Serie A – Gotti: “Dopo il Napoli ho visto una squadra arrabbiata”

Ecco le dichiarazioni di mister Luca Gotti alla vigilia dell’impegno di Marassi contro la Sampdoria.

Come ha visto la squadra nella marcia di avvicinamento alla gara di domani? Ho visto una squadra dispiaciuta per non essere riuscita a portare via dei punti dalla gara col Napoli, e anche piuttosto arrabbiata.

Su quali aspetti si è lavorato di più in settimana per evitare le disattenzioni rivelatesi fatali contro il Napoli? In partite precedenti era capitato in alcuni momenti di concedere troppo all’avversario. Con il Napoli a mio giudizio questo non è successo, però negli episodi non siamo stati bravi. In questi giorni abbiamo cercato di concentrarci molto sulla cura dei dettagli.

Domanda ricorrente di queste settimane riguarda Deulofeu: come sta? È pronto a dare una mano alla squadra? Ieri e oggi Gerard ha svolto i primi due allenamenti con i compagni dopo la gara prenatalizia contro il Benevento. La situazione è questa.

Contro il Napoli abbiamo visto un assetto diverso con Larsen dirottato a destra e un attacco leggero con Lasagna unica punta di ruolo supportato da Pereyra. È uno schieramento figlio unicamente dell’emergenza attuale in attacco o potrà essere replicabile? Gli avversari e le partite non sono sempre uguali, e così anche i vari momenti sia per quanto riguarda l’infermeria che lo stato di forma dei singoli. Questo impone di effettuare delle valutazioni volta per volta, quindi non è escluso che questa idea possa essere portata avanti anche in altre situazioni.

Che avversaria è la Sampdoria e quali gli elementi più pericolosi? Le due partite dell’anno scorso ci hanno portato entrambe zero punti ma sono state molto diverse tra loro. La Samp al di là di questo è una squadra solida, ha almeno 4-5 giocatori in grado di fare gol con continuità.

Crede che sarà una partita importante per la classifica, avendo la squadra raccolto solo 3 punti negli ultimi 6 incontri? Di sicuro, perché la nostra classifica è povera e in questa situazione si va verso gito di boa. Di sicuro sarà una gara importante sia dal punto di vista pratico sia a livello psicologico, perché comunque il responso del campo ti dà la forza e ti indica se sei su strada giusta. La squadra ha bisogno di questa risposta. (Fonte Udinese.it)