Serie A – L’Udinese stende 3-0 il Venezia

UDINESE-VENEZIA 3-0 (pt 29 Pussetto (U), st 25’ Deulofeu (U), st 48’ Molina (U))

Ammoniti: st 7’ Heymans (V), st 28’ Samir (U), st 32’ Vacca (V), st 40’ Okaka (U)
Recupero: pt 0’, st 4’

Udinese (3-5-1-1): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, Arslan (st 35’ Jajalo), Walace (st 46’ Udogie), Makengo (st 15’ Deulofeu), Stryger Larsen; Pereyra; Pussetto (st 35’ Okaka). A disposizione: Padelli, Scufett, Zeegelaar, Success, Samardzic, Fedrizzi, Ianesi, De Maio. All. Gotti
Venezia (4-3-3): Lezzerini; Mazzocchi, Caldara, Svoboda (st 34’ Schnegg), Ceccaroni; Busio, Crnigoj (st 26’ Vacca), Heymans (st 12’ Peretz); Okereke, Henry (st 34’ Forte), Johnsen (st 26’ Sigurdsson). A disposizione: Neri, Bertinato, Molinaro, Tessmann, Modolo, Fiordilino, Ebuehi. All. Zanetti

Arbitro: MARINELLI
Assistenti: MELI – ROSSI M.IV uomo: BARONIVAR: MAZZOLENIAVAR: COSTANZO

Spettatori: 8274 Incasso: € 96119

Prima vittoria in campionato per l’Udinese, che alla Dacia Arena supera per 3-0 il Venezia nella seconda giornata di andata.

Gotti ripropone Pereyra alle spalle di Pussetto, mentre sugli esterni Stryger Larsen gioca dall’inizio a sinistra prendendo il posto di Udogie. Tanti i cambi nel Venezia, solo quattro i giocatori confermati rispetto alla gara col Napoli. Da segnalare in attacco l’esordio di Henry.

L’inizio è subito vivace, al 6’ brivido per la retroguardia bianconera perché Johnsen fugge da solo in contropiede ma Silvestri è prodigioso nel neutralizzare la conclusione del numero 17 lagunare. Si va vedere però anche l’Udinese: al 13’ ci prova in contropiede anche Pussetto ma la sua conclusione è deviata in angolo. Passano due minuti e la squadra di Gotti è ancora vicina al gol. La difesa arancioverde respinge i tiri di Pussetto e Walace, poi sul pallone si avventa Arslan e il suo diagonale sfiora il palo.

La gara prosegue su ritmi elevati e al 29’ si sblocca. Molina accelera sulla destra e percorre più di metà campo palla al piede, prime di servire l’assist per Pussetto che vale l’1-0. L’Udinese prova a sfruttare subito l’inerzia del vantaggio, con Makengo che al 31’ calcia dal limite inquadrando la porta e Lezzerini che blocca in due tempi. Alla giostra delle occasioni partecipa anche Pereyra, che al 39’ se ne va sulla sinistra e entra in area pronto al tiro, ma viene anticipato da un difensore avversario.

La ripresa si apre, come nel primo tempo, con un’azione pericolosa degli ospiti. Percussione in area da parte di Okereke al 51’ e conclusione insidiosissima del nigeriano deviata da un altro grande intervento di Silvestri. Reagiscono subito i bianconeri, Pussetto ribatte in rete il tentativo dalla distanza di Makengo ma l’argentino è in fuorigioco. Gotti torna al 3-5-2 puro: dentro Deulofeu per Makengo, Pereyra torna in mediana. La scelta del mister è azzeccata, perché al 70 l’attaccante iberico trova il secondo centro stagionale e sigla il raddoppio per i padroni di casa. L’Udinese confeziona altre opportunità nei minuti successivi. Al 73’ Pussetto colpisce di testa sugli sviluppi di un corner ma non crea problemi a Lezzerini, all’82’ Deulofeu libera un destro a giro che inquadra lo specchio e in questo caso l’intervento del portiere ospite è determinante. Nel recupero si iscrive all’elenco dei marcatori anche Molina: l’argentino calcia a botta sicura dal vertice destro dell’area e realizza con l’aiuto della traversa.

L’Udinese tornerà in campo dopo la sosta nazionali. Nella terza giornata in programma c’è la trasferta di La Spezia. (Fonte Udinese.it)