Serie A – L’Udinese vince 4-2 a Benevento

BENEVENTO – UDINESE: 2-4 (4’ Molina, 32’ Arslan, 34’ Viola, 49’ Stryger Larsen, 73’ Braaf, 83 Lapadula) 

Benevento (3-5-2): Montipó; Glik, Caldirola, Barba; Depaoli (56’ Ionita), Dabo (70’ Insigne), Viola (46’ Schiattarella), Hetemaj (56’ Iago Falque), Improta; Sau (24’ Gaich), Lapadula. A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Di Serio, Pastina, Diambo. Allenatore: Inzaghi 

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan (55’ Makengo), Stryger Larsen (70’ Samir); Pereyra; Okaka (70’ Braaf). A disposizione: Scuffet, Gasparini, Ouwejan, Micin, Llorente, Forestieri, De Maio, Zeegelaar. Allenatore: Gotti 

Arbitro: Mariani di Aprilia 

Ammoniti: Viola, Schiattarella, Musso, Walace

LA CRONACA – È finita 2-4 la sfida del Ciro Vigorito tra Benevento e Udinese, valida per la 33^ giornata di Serie A TIM. Mister Gotti decide di ritornare alla soluzione con l’unica punta e davanti si affida ad Okaka, supportato da Pereyra sulla trequarti. In mezzo al campo riprende posto De Paul dopo la squalifica, affiancato da Arslan e Walace. Al 4’ l’Udinese trova subito il gol del vantaggio con Molina. Splendido filtrante da centrocampo di De Paul che pesca l’ottimo inserimento dell’esterno argentino sulla destra, stop a seguire e tiro sul secondo palo che batte Montipò e si insacca per il gol dello 0-1. Al 16’ Glik si trova tra i piedi un pallone vagante nel cuore dell’area di rigore e di prima intenzione lascia partire un potente destro. Musso è attento e con un intervento di grande istinto respinge il tentativo in tuffo.

Al 32’ veloce ripartenza bianconera con Pereyra che si libera sulla destra e di prima intenzione serve Arslan al limite dell’area. Il numero 22 bianconero controlla e lascia partire un preciso destro dal limite che non lascia scampo a Montipò e si infila in rete per il gol dello 0-2. Al 34’ il direttore di gara accorda un calcio di rigore in favore del Benevento per un fallo di Musso in uscita su Lapadula. Sul dischetto si presenta Viola che spiazza il numero 1 bianconero e insacca per il gol che dimezza lo svantaggio. Al 40’ ci prova Caldirola con un destro al volo di prima intenzione su un pallone vagante in area. Il tentativo è ben calibrato ma centrale, Musso fa sua la sfera senza problemi.

Nella ripresa al 49’ l’Udinese trova anche la terza rete con Stryger Larsen. L’esterno danese è bravo nel sfruttare al meglio un preciso traversone dalla destra di De Paul, battendo Montipò con un bel colpo di testa che si infila in rete per il gol dell’1-3. Al 61’ ci prova Ionita con un colpo di testa a botta sicura da buona posizione in area di rigore. Attento Musso che smanaccia con un intervento di grande riflesso. Al 68’ Gaich ha una clamorosa occasione da due passi su un pallone vagante nella mischia. La girata è diretta nello specchio della porta ma Musso ancora una volta salva l’Udinese con un intervento strepitoso in spaccata. Sul ribaltamento di fronte Pereyra chiude la ripartenza in contropiede con un potente destro dal limite ma il palo ferma la corsa del pallone e nega la gioia del gol al numero 37 bianconero.

Al 73’ l’Udinese trova anche la quarta rete di giornata con il neo-entrato Braaf. L’esterno olandese è bravissimo a penetrare in area dalla sinistra e, sempre in dribbling, superare gli uomini della retroguardia giallorossa, battendo infine Montipò con un potente e preciso sinistro sul primo palo. Primo gol in Serie A ed in maglia bianconera per Jayden Braaf, che sigla così la rete del’1-4. All’83’ il Benevento accorcia le distanza con Lapadula che supera Musso con un destro di prima intenzione dal cuore dell’area di rigore, deviato dal portiere bianconero prima di infilarsi in rete. Buona prestazione e convincente vittoria in trasferta per gli uomini di Mister Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 18 di domenica alla Dacia Arena contro la Juventus. (Fonte Udinese.it)