Serie A – Udinese sconfitta 2-1 dalla Sampdoria

SAMPDORIA – UDINESE: 2-1 (55’ De Paul, 66’ Candreva, 81’ Torregrossa) 

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Silva (73’ Ramirez), Ekdal (84’ Askildsen), Damsgaard (62’ Thorsby); Verre (62’ Keita); Quagliarella (62’ Torregrossa). A disposizione: Ravaglia, Letica, Rocha, Regini, La Gumina, Leris, Prelec. Allenatore: Ranieri 

Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Stryger Larsen (83’ Molina), De Paul, Walace (83’ Nestorovski), Mandragora (77’ Arslan), Zeegelaar (87’ Ouwejan); Pereyra; Lasagna. A disposizione: Scuffet, Gasparini, Makengo, Deulofeu, De Maio. Allenatore: Gotti 

Arbitro: Sacchi di Macerata

Ammoniti: Askildsen, Zeegelaar

LA CRONACA – È finita 2-1 la sfida del Luigi Ferraris tra Sampdoria e Udinese, valida per la 18^ giornata di Serie A TIM. Mister Gotti sceglie di non cambiare molto rispetto all’ultima sfida e schiera nove degli undici titolari visti nella gara contro il Napoli. In attacco c’è il solo Lasagna, supportato da Pereyra, mentre tornano Zeegelaar sull’out di sinistra e Walace in mezzo. Dall’altra parte Ranieri si affida all’unica punta Quagliarella con Verre alle sue spalle. Al 4’ grande spunto di Zeegelaar sulla sinistra che salta Yoshida con un pallonetto e dal fondo serve Lasagna con un tocco rasoterra. Il tentativo da distanza ravvicinata del numero 15 bianconero è ben indirizzato ma Audero in spaccata respinge il tiro. Al 19’ una poderosa cavalcata di De Paul lo porta fino al limite dell’area dove si inventa un tocco dentro per Lasagna involato a rete. Il centravanti bianconero però non arriva sul pallone per una questione di centimetri e l’occasione sfuma.

Al 28’ ci prova Quagliarella con un destro a cercare il palo lontano dal vertice dell’area di porta, Musso è attento e d’istinto sventa il pericolo. Al 29’ Mandragora ha una clamorosa occasione da due passi su un pallone vagante carambolato sui suoi piedi sul cross basso di Walace. Il tocco del numero 38 bianconero è a botta sicura ma Audero da terra riesce a compiere un intervento di grande istinto, salvando i suoi da un gol certo. Al 41’ De Paul rientra dalla sinistra e dal vertice dell’area di rigore prova il tiro verso il secondo palo della porta difesa da Audero. La conclusione è pregevole e la traiettoria disegnata dal capitano bianconero è precisa ed angolata, il pallone però impatta pienamente contro la traversa e l’occasione sfuma.

Nella ripresa al 55’ l’Udinese trova il gol del vantaggio con De Paul. Murato da Colley sul tentativo da fuori prima e fermato da un altro grande intervento in uscita di Audero poi, sulla seconda respinta il capitano trova la prontezza necessaria per calciare nuovamente il pallone e a porta completamente sguarnita infila in rete per il gol dello 0-1. Al 64’ ci prova il neo entrato Thorsby con una conclusione al volo dal limite ma Samir con una provvidenziale deviazione di petto sventa il pericolo.

Al 65’ il direttore di gara accorda un calcio di rigore in favore della Sampdoria per un fallo di Mandragora su Candreva. Sul dischetto si presenta lo stesso numero 87 blucerchiato che con un pallonetto spiazza Musso e insacca per il gol dell’1-1. Al 75’ ci prova ancora De Paul con un tentativo dai 30 metri, il tiro è potente ma leggermente impreciso e si spegne di poco oltre la traversa. All’81 la Sampdoria trova il gol del vantaggio. È Torregrossa a superare Musso con un colpo di testa sul secondo palo sul traversone di Augello per il gol del 2-1.

Seconda sconfitta consecutiva con il medesimo risultato per gli uomini di Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 15 di mercoledì alla Dacia Arena contro l’Atalanta per il recupero dell’10^ giornata di Serie A TIM. (Fonte Udinese.it)