Serie A – Udinese sconfitta per 2-1 dalla Sampdoria

SAMPDORIA-UDINESE: 2-1 (28’ Nestorovski, 49’ Gabbiadini, 73’ Ramirez)
SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Depaoli (38’ Thorsby), Ferrari, Colley, Murru; Ramirez, Bertolacci (42’ Linetty), Ekdal, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella (77’ Caprari). A disposizione: Falcone, Augello, Vieira, Chabot, Rigoni, Regini, Maroni, Murillo, Leris. Allenatore: Ranieri
UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Opoku (78’ Pussetto), Mandragora, Jajalo, De Paul, Stryger Larsen; Nestorovski (53’ Ter Avest), Lasagna. A disposizione: Perisan, Nicolas, Sierralta, Samir, Fofana, Walace, Kubala, Ballarini, Barak. Allenatore: Gotti
ARBITRO. Pairetto di Nichelino.
Espulso al 50’ st Jajalo per doppia ammonizione.
Ammoniti: Ramirez, Jankto, Nestorovski
LA CRONACA – Finisce 2-1 il match del Ferraris tra Sampdoria e Udinese, valido per la 13^ giornata della Serie A TIM. Al 2’ minuto è subito gol bianconero. Jajalo raccoglie un pallone respinto dalla difesa blucerchiata e smista sulla destra per De Maio, traversone del francese che pesca alla perfezione Ilija Nestorovski. Il macedone svetta tra i centrali avversari e di testa spedisce il pallone nell’angolo basso alla destra di Audero. Il VAR spegne però presto l’entusiasmo e il Pairetto annulla il gol per un fuorigioco del centravanti bianconero.
All’ 11’ grande occasione per i padroni di casa. Jankto dalla trequarti di sinistra pennella al centro per Ramirez, che colpisce bene ma centra in pieno il palo. Sulla respinta nuovo cross e nuovo colpo di testa, Musso fa suo il pallone. Al 19’ è ancora Ramirez a saltare più in alto di tutti e a raccogliere il cross di Jankto, il colpo di testa viene però intercettato da Gabbiadini che da pochi metri colpisce maldestramente il pallone e spedisce alto. Al 25’ percussione centrale di Jankto che penetra nell’area di rigore e da posizione defilata impegna Musso che non trattiene il pallone. Sulla sfera vagante arriva Ramirez che ci prova in rovesciata e gonfia il lato esterno della rete.
Al 28’ però è l’Udinese a passare in vantaggio con Nestorovski. Il centravanti recupera con grande caparbietà un pallone sulla trequarti, avanza di qualche metro e dal limite dell’area spedisce il pallone in fondo al sacco con un bel colpo a effetto. Complice una deviazione di Colley. Successivamente nel giro di 5 minuti Ranieri perde ben due uomini per infortunio e doppio cambio forzato già nella prima frazione di gara. A meno di un minuto dalla fine del primo tempo – in pieno recupero – arriva il pareggio della Sampdoria. Troost-Ekong stende Gabbiadini sulla trequarti, sul punto di battuta si presenta lo stesso centravanti blucerchiato che calcia una punizione potente e precisa. Musso non può fare niente e il pallone si infila sotto l’incrocio dei pali.
Nella ripresa al 50’ i bianconeri restano in dieci dopo la seconda ammonizione ricevuta da Mato Jajalo. Al 59’ Ramirez calcia in porta direttamente dalla bandierina, Musso è attento e devia oltre la traversa. Al 66’ scambiano bene Larsen e Nuytinck, l’olandese calcia male dal limite ma pesca Lasagna appostato in area. L’attaccante devia da distanza ravvicinata ma il pallone sibila alla destra del palo. Al 72’ è ancora il VAR a mettere il bastone tra le ruote dei bianconeri. Contatto in area tra Troost-Ekong e Quagliarella, il direttore di gara inizialmente sorvola ma dopo aver consultato video e rettifica la sua decisione. Sul dischetto si presenta Ramirez, che lascia immobile Musso e porta in vantaggio i suoi.
All’ 89’ ci prova Pussetto da posizione defilata e impegna Audero che blocca il pallone in due tempi. L’ultima occasione dell’incontro è per Nuytinck, che da distanza ravvicinata colpisce di testa ma spedisce sul fondo. Sconfitta per i bianconeri che domenica prossima sfidano la Lazio all’Olimpico.