Udinese, altra occasione sprecata: con la Spal è 0-0

SPAL-UDINESE 0-0

SPAL – Gomis, Fares, Felipe, Bonifazi, Cionek, Lazzari (22’ s.t. Costa), Missiroli, Valoti (29’ s.t. Dickmann), Schiattarella, Floccari (40’ s.t. Paloschi), Petagna. All. Semplici. A disposizione: Milinkovic-Savic, Poluzzi, Simic, Antenucci, Moncini, Valdifiori, Vicari, Everton, Viviani

UDINESE – Musso, Opoku, Troost-Ekong, Nuytinck, Stryger, Fofana (34’ s.t. Barak), Mandragora, D’Alessandro, De Paul, Lasagna, Pussetto. All. Nicola. A disposizione: Scuffet, Nicolas, Vizeu, Micin, Pontisso, Balic, Wague, Pezzella, Machis, Ter Avest

Ammoniti: Schiattarella, De Paul, Mandragora
Arbitro: Doveri di Roma 1

LA CRONACA – Formazione a trazione anteriore, con Lasagna insieme a Pussetto e De Paul rifinitore. Opoku titolare al posto di Ter Avest, mentre Behrami è out in quanto squalificato per somma di ammonizioni.

Primo quarto d’ora caratterizzato da frizzanti capovolgimenti di fronte, in uno dei quali al 15’ è la Spal a farsi pericolosa con Petagna che su calcio di punizione dal limite scheggia la traversa. Al 19’ Lazzari scende sulla fascia destra e crossa al centro dell’area dov’è appostato Petagna il quale alza sopra la traversa contrastato efficacemente da Opoku. Ci prova ancora la Spal intorno alla mezz’ora ma con due occasioni consecutive, ma in entrambe le circostanze è prontissimo Nuytinck a murare l’avversario.

Al 32’ Missiroli mette in mezzo all’area un pallone per Valoti, Musso capisce tutto e toglie il pallone dai piedi del centrocampista biancazzurro con un’uscita tempestiva. Nuytinck ci prova da lontano al 36’ ma Gomis a fa suo il pallone in presa alta. Ottimo anticipo risolutore di Opoku su Valoti al 41’ che rilancia subito dopo l’azione, recupera palla Lasagna a centro campo il quale, una volta giunto sulla tre quarti campo, subisce una gomitata. Calcio di punizione di De Paul diretto in porta ma un attento Gomis non sbaglia la presa.

Al 44’ pericolosa la Spal su un repentino capovolgimento di fronte, prova a piazzare il pallone Schiattarella ma Musso è attento e fa suo il pallone. Nell’unico minuto di recupero è De Paul a provarci dai 25 metri, Gomis è attento e devia in calcio d’angolo.

Ripresa che inizia con gli stessi effettivi per entrambe le squadre e con i bianconeri pericolosi per due volte nel giro di un minuto, dapprima con Lasagna per Pussetto, la cui deviazione in precario equilibrio crea scompiglio in area spallina; subito dopo Fofana entra in area con una percussione delle sue, ma la difesa biancazzurra in qualche modo riesce ad allontnare il pallone.

Al 10’ Stryger cerca l’incrocio dei pali, ma il suo sinistro finisce alto seppur non di molto. Punizione per la Spal al 16’ da posizione defilata: calcia Schiattarella verso il centro dell’area dove Musso si eleva dal mucchio e blocca il pallone. L’azione però era viziata da una posizione di fuorigioco di Floccari. Pericolosa la Spal al 21’ con Schiattarella, Musso si rifugia in angolo. Poco dopo ancora la Spal a insistere con un’azione corale conclusa da una rovesciata di Valoti sulla quale Ekong è ben posizionato e devia in corner.  Ci prova Felipe al 30’ con un sinistro da appena dentro l’area, ma la mira è sbagliata.

Subito dopo ottimo suggerimento di De Paul per Lasagna in piena area di rigore, ma Gomis è bravo a leggere bene il tempo e ad anticipare così il numero 15. Mister Nicola prova a rivitalizzare il centrocampo inserendo Antonin Barak al posto di Fofana. Il giocatore ceco torna quindi in campo dopo un’assenza che perdurava dallo scorso 28 ottobre a causa dell’infortunio alla schiena. Dopo quattro minuti di recupero arriva il fischio finale di Doveri.