Udinese sconfitta 1-0 dalla Fiorentina. Tudor: “Il pari ci sarebbe stato”

FIORENTINA-UDINESE 1-0  (27′ st Milenkovic)
FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj (19’st Benassi), Castrovilli (35’st Zurkowski), Dalbert; Chiesa, Ribery (42’st Ghezzal). A disposizione: Terracciano, Ceccherini, Ranieri, Venuti, Vlahovic, Cristoforo, Sottil, Boateng, Terzic. All. Montella
UDINESE (3-5-2): Musso; Opoku, Ekong, Samir; Larsen (40’st Ter Avest), Mandragora (32’st Barak), Jajalo, Sema, De Paul; Okaka, Nestorovski (18’st Lasagna). A disposizione: Nicolas, Perisan, De Maio, Sierralta, Nuytinck, Walace, Pussetto, Fofana, Teodorczyk. all. Tudor

Arbitro: Prontera di Bologna

LA CRONACA – Nella 7^ giornata della Serie A Tim, l’Udinese perde 1-0 in casa della Fiorentina incassando la 4 sconfitta stagionale. Montella gioca con il modulo 3-5-2 e in attacco si affida alla coppia Ribery e Chiesa. Tudor recupera lo squalifica De Paul e in attacco schiera Okaka e Nestorovski.
Dopo 3 minuti la prima occasione per l’Udinese con De Paul che si inserisce in area e calcia in diagonale ma Dragowski si oppone. Minuto 13. Tutti in piedi per Davide Astori, il suo ricordo è sempre vivo in tutti noi. Al 16′ giocata di Nestorovski che libera Mandragora sulla destra ma il suo cross destinato ad Okaka viene chiuso in extremis da Pezzella. Al 24′ azione di Ribery sulla sinistra, palla per Castrovilli il cui destro deviato va fuori di poco. Al 28′ Pezzella colpisce di testa, palla alta di poco. Al 34′ l’Udinese va in rete con Nestorovski su azione di calcio d’angolo, ma nell’azione Opoku tocca la palla con il braccio e dopo l’intervento del Var, la rete di Nestorovski viene annulla. Al 36′ dagli sviluppi di un calcio d’angolo intuizione di Castrovilli che tira di prima in porta e Nestorovski sulla riga di porta salva e mette in corner.
Nella ripresa al 4′ De Paul cerca il palo lontano con un tiro a giro, palla che termina sul fondo. Al 6′ bella combinazione De Paul-Sema con lo svedese anticipato in extremis dall’uscita bassa di Dragowski. Al 9′ errore di Ekong che spiana la strada a Chiesa ma super Musso gli dice di no. Sugli sviluppi dell’azione Samir atterra Castrovilli al limite dell’area e viene ammonito. Al 17′ il direttore di gara espelle l’allenatore bianconero Tudor per proteste. Al 27′ la rete della Fiorentina, su azione da corner di Pulgar, Milenkovic di testa punisce Musso. Un minuto dopo Lasagna ha la palla del pareggio ma Dragowski con un miracolo gli nega il gol con una gran parata. Al 33′ sinistro di potenza di Dalbert sul primo palo, Musso devia in corner.
Dopo 4 minuti di recupero Prontera di Bologna decreta la fine della partita. L’Udinese gioca bene ma non raccoglie punti e resta ferma a quota 7 in classifica, la Fiorentina si porta invece a 11 in classifica.
Nella seconda frazione di gara si è fatto trascinare dalle emozioni ed è stato punito dall’arbitro con l’espulsione, ma  Igor Tudor ha fatto intendere di volersela giocare alla pari contro chiunque: “Loro sono stati bravi – ha esordito a Udinese Tv – perché hanno sfruttato meglio le occasioni che hanno avuto, poi noi sapevamo che sono molto forti sui calci d’angolo e sapevamo anche che Milenkovic è molto bravo di testa: avremmo dovuto marcarlo più stretto. In difesa ci siamo mossi bene, mentre davanti ci è mancato qualcosa per riuscire a segnare. Dobbiamo ancora crescere e migliorare sotto alcuni aspetti e dobbiamo avere voglia di dare di più: crescere insieme è l’unico modo. Peccato poi anche per l’occasione di Lasagna, il pareggio ci sarebbe stato“.