Un cucchiaio di Icardi mette nei guai l’Udinese

INTER-UDINESE 1-0  (36’ Icardi su rigore)

INTER – Handanovic, De Vrij, Skriniar, Vrsaljko, Asamoah, Brozovic, Borja Valero (10’ s.t. Martinez), Joao Mario, Icardi, Politano (39’ s.t. Nainggolan), Keita Balde (24’ s.t. Perisic). All. Spalletti. A disposizione: Padelli, Ranocchia, Candreva, D’Ambrosio, Gagliardini, Miranda

UDINESE – Musso, Troost-Ekong, Nuytinck, Stryger, Behrami, Ter Avest (46’ s.t. Vizeu), Fofana (40’ s.t. Machis), Mandragora, D’Alessandro, De Paul, Pussetto. All. Nicola. A disposizione: Scuffet, Nicolas, Opoku, Micin, Pontisso, Balic, Barak, Lasagna, Wague, Pezzella

Ammoniti:  Asamoah, Politano, Musso
Arbitro: Abisso di Palermo

LA CRONACA – Poche le variazioni rispetto alla formazione che domenica scorsa ha giocato contro l’Atalanta, con Behrami che ritorna titolare a centrocampo, mentre Lasagna (leggermente influenzato) parte dalla panchina. La coppia d’attacco è formata da Pussetto e De Paul. Per l’Inter un po’ di turnover fra mediana e reparto avanzato con la riproposizione di Keita Balde al posto di Perisic.

Il primo, timido, tentativo a marca interista arriva dopo 5 minuti, ma Nuytinck salta più in alto di Icardi e allontana il pericolo. Ci prova Joao Mario dalla distanza al 21’, ma nuovamente il centrale è decisivo nella deviazione in angolo. Al 30’ ancora Inter pericolosa con Asamoah, il cui cross deviato da Stryger sconsiglia la presa a Musso che al contrario, dimostra un ottimo tempo di reazione recuperando in tempo e salvando la situazione.

Cross di Asamoah al 34’ per Borja Valero che spizza di testa, la deviazione è debole e la palla finisce sul fondo. Ci proviamo intorno alla mezz’ora con un paio di sortite offensive prima di Fofana e poi di D’Alessandro, ma al 43’ è di nuovo l’Inter pericolosa con Keita Balde che riceve da Borja Valero e calcia a rete, Musso salva alzando prontamente sopra la traversa.

Ripresa che inizia con i medesimi protagonisti del primo tempo e con un baricentro più alto. È clamorosa l’occasione dopo soli cinque minuti con Mandragora che calcia alto un prezioso suggerimento da dietro di Fofana. Ancora pericolosi due minuti dopo su cross nuovamente di Fofana per De Paul il cui destro finisce alto. È un break assolutamente favorevole visto che al 9’ l’Udinese va nuovamente vicina al gol, questa volta con Ter Avest, ma sempre grazie al preciso suggerimento dell’ivoriano che tocca un pallone preziosissimo al limite dell’area.

Ci prova anche Pussetto al 14’ da lontano ma la sua conclusione si spegne sul fondo. Al 19’ si rifà viva l’Inter con Asamoah, ma il suo tiro è alto sopra la traversa. Cross di Keita Balde un minuto dopo per la testa di Icardi appostato sul primo palo, la cui deviazione finisce fuori di poco.

Al 34’ l’arbitro Abisso ferma il gioco per verificare un tocco di mano di Fofana in area di rigore. Dalla sala Var viene confermata la deviazione con il braccio del numero 6 e pertanto viene assegnato il tiro dal dischetto per i nerazzurri. Calcia Icardi, Musso che, anzichè stare fermo, si fa beffare dal presuntuoso cucchiaio dell’interista.

Al 36’ destro insidioso di De Paul che costringe Handanovic a tuffarsi per far suo il pallone. Poco dopo una disattenzione di Ekong al limite dell’area favorisce gli attaccanti dell’Inter che sprecano favorendo la ripartenza bianconera: l’azione viene fermata perché Pussetto commette fallo prima del suo tentativo di conclusione a rete. Ancora Pussetto su lungo traversone del neoentrato Machis dalle retrovie, ma l’argentino non riesce a controllare mancando la palla da buonissima posizione.

Gol dell’Inter a un minuto dal 90’ ma Icardi, al momento del tuffo sul cross di Martinez dalla destra, si trova in netta posizione di fuorigioco e l’arbitro annulla giustamente la rete. Ancora Icardi subito dopo alza sopra la traversa un pallone calciato da Perisic sulla sinistra. Scende il sipario sulla partita con la nitidissima occasione nel primo dei quattro minuti di recupero, ma la girata volante di Pussetto si spegne a fil di palo ad Handanovic battuto.