Un Sacchetti di speranza

Hector Romero
Hector Romero, infortunato alla mano, potrà mettersi a disposizione di Sacchetti soltanto fra tre settimane.

Via Caja, la Snaidero affidata al mitico Romeo. Basterà?

Il messaggio è stato chiaro: Edi Snaidero non vuole vedere la sua creatura retrocedere. Il resto, le vampate d’ira, le uscite sopra le righe, da patron scontento e sofferente anche dopo una vittoria, segnalano l’orgoglio del personaggio ma pure la difficoltà a progettare un futuro arancione. Il messaggio, dunque: via Attilio Caja, che ha finito per pagare l’ultimo posto in classifica, e colpe (in parte, almeno) non sue. E timone affidato a un’icona della pallacanestro tricolore, il barese Romeo Sacchetti, ala che ha furoreggiato a Bologna, Torino e Varese, e regalato all’Italia l’argento olimpico a Mosca e l’oro continentale di Nantes. Quel Sacchetti lì farebbe molto comodo alla Snaidero d’oggi; anche il Sacchetti versione tecnico (trascorsi a Bergamo, Fabriano, Castelletto Ticino e, in A, Capo d’Orlando) sta crescendo bene: a Udine affronterà però, se non un battesimo del fuoco, la prova più ardua. Edi Snaidero, quindi, ha accettato di sobbarcarsi la busta paga di un secondo allenatore, cui aggiungere Cesare Pancotto, con il quale il club udinese ha transato la rescissione del contratto. Ma l’operazione salvezza probabilmente costerà più cara, ben più cara di quanto preventivato nell’assemblare la squadra in estate. A meno di non credere che Romeo Sacchetti, munito di bacchetta magica e di robuste dosi di fortuna oltre che dell’entusiasmo già dispensato in questi giorni, risolva da solo tutti i problemi della formazione orange, attribuendo dunque all’ex campione poteri taumaturghici. Il nuovo allenatore, sbarcato a Udine martedì praticamente senza preavviso, si è ben guardato dal pretendere rinforzi: “Voglio vedere e capire bene quello che c’è in casa” ha tra l’altro dichiarato. Ma si può star certi che il gm Mario Ghiacci (la finestra di mercato resterà aperta fino al dodici dicembre) ha già drizzato le antenne e cominciato a guardarsi attorno, per individuare e catturare le pedine necessarie a fare di questa Snaidero, per ora incompiuta, una macchina in grado di scalare la classifica, togliendosi dagli impicci. Esordirà a Caserta, contro l’Eldo corsara a Ferrara, Romeo Sacchetti: chissà se regalerà qualche sprazzo del basket offensivo di cui è un convinto propugnatore. Udine, numeri alla mano, più che problemi offensivi ha evidenziato una difesa di cartavelina, di gran lunga la più perforata del campionato. E si torna ai limiti della rosa, imbastita in estate con un budget limitato. Il tentativo di far collimare risparmio e risultati non è andato a buon fine, a meno di non voler credere che il problema si chiamasse soltanto Attilio Caja. Forza Romeo, forza Snaidero: saremo felici se riuscirete a stupirci e a farci ricredere.

3

Gli allenatori sul libro paga della Snaidero:Pancotto, che ha transato la rescissione del contratto; l’appena silurato Attilio Caja e ora Sacchetti

89

I punti subiti in media dalla Snaidero in ognuna delle 7 partite finora disputate