Serie B – Pordenone al cardiopalma: ribaltato il Venezia nel finale

VENEZIA – PORDENONE 1-2   (57′ Capello, 88′ De Agostini, 93′ Strizzolo)

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni; Zuculini, Fiordilino, Caligara (46′ Suciu); Capello (85′ Lollo); Di Mariano (73′ Aramu), Bocalon. A disposizione: Bertinato, Daffrè, Casale, Vacca, Montalto, Gavioli, Zigoni, Maleh, Lakicevic. Allenatore: Dionisi

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato (78′ Gavazzi), Vogliacco, Barison, De Agostini; Misuraca, Burrai, Mazzocco (64′ Strizzolo); Ciurria; Monachello (56′ Zammarini), Candellone. A disposizione: Bindi, Ronco, Stefani, Pasa, Pinto, Zanon, Almici. Allenatore: Tesser

Arbitro Rapuano di Rimini, assistenti Bercigli e Berti. Quarto uomo Marini.

NOTE: angoli 2-3. Ammoniti: Di Gregorio, Ceccaroni, Burrai, Fiordilino, De Agostini. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Successo non adatto ai deboli di cuore, quello rimediato ieri dal Pordenone contro il Venezia. Lagunari avanti fino a pochi minuti dal termine con rete di Capello. Poi i naoniani ribaltano il risultato con i gol di De Agostini e Strizzolo per la gioia di mister Attilio Tesser: “Prima vittoria in trasferta e grande emozione. Diamo continuità, ci da grande fiducia, soprattutto per la reazione dopo la loro rete. È una vittoria di voglia, c’è stata una grandissima reazione, abbiamo dato fondo a tutte le nostre risorse tecniche e caratteriali. Tutte caratteristiche nel nostro DNA.”

Primo tempo tattico, entrambe le squadre hanno fatto la loro partita. Abbiamo rischiato poco e creato qualcosa di interessante. Il Venezia un’ottima squadra – continua Tesser -. Le assenze sono tante: Camporese si è infortunato prima della partita, Gavazzi non era al top e ci sono tanti giocatori fuori. Meglio avere tutta la rosa a disposizione, ma chi è sceso in campo si è fatto valere.

Giustamente euforico anche Michele De Agostini: “Primo gol in Serie B e gol importantissimo. Siamo contenti di com’è andata, abbiamo interpretato bene la gara. Dopo le ultime trasferte infelici abbiamo voluto dare il 200% e siamo davvero soddisfatti della partita. Stiamo facendo un buon campionato: abbiamo pagato qualche errore di troppo ma paghiamo un po’ anche il salto di categoria. Facciamo tesoro di ogni errore e cerchiamo di imparare da essi. L’obiettivo è mantenere la categoria. Continuando con questo spirito sono sicuro che ci riusciremo. Abbiamo anche dimostrato di stare bene fisicamente, un bel segnale.”

Siamo un pericolo sulle palle inattive, ci prepariamo bene da questo punto di vista e abbiamo Burrai che le calcia benissimo. Grazie ai nostri tifosi che si sono fatti sentire e ci hanno sostenuti dall’inizio alla fine. Questa vittoria è anche per loro! Abbiamo segnato sia io che Strizzolo. Che dire? Viva il Friuli!”, conclude il capitano neroverde.