Serie B – Super Pordenone: 2-0 all’Empoli. Tesser: “Vittoria meritata”

PORDENONE – EMPOLI 2-0 (15′ Burrai (rig.), 40′ Pobega)

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Almici, Camporese, Bassoli, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega (66′ Mazzocco); Gavazzi (77′ Pasa); Ciurria, Monachello (84′ Candellone). A disposizione: Jurczak, Stefani, Vogliacco, Semenzato, Zanon, Zammarini. Allenatore: Tesser.

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Veseli, Romagnoli, Maietta, Balkovec; Frattesi, Stulac (46′ Bajrami), Bandinelli; Dezi (72′ Ricci); Moreo (75′ Piscopo), Mancuso. A disposizione: Perucchini, Provedel, Donati, Nikolaou, Fantacci, Laribi, Merola, Cannavo, Pirrello. Allenatore: Bucchi.

Arbitro Maggioni di Lecco, assistenti Robilotta di Sala Consilina e Scarpa di Reggio Emilia, quarto assistente Minelli di Varese.

NOTE: ammoniti Maietta, De Agostini, Pobega, Mazzocco. Al 2′ espulso Bandinelli per condotta violenta. Al 22′ Mancuso calcia alto un rigore. Angoli 6-2. Recupero 2′ pt, 4′ st. Spettatori 3.300 di cui 1.361 abbonati. Incasso complessivo 30.789,14 euro.

Grande vittoria per il Pordenone che batte 2-0 l’Empoli grazie alle reti di di Burrai su rigore al 15′, e Pobega al 40′. Toscani in inferiorità numerica per tutta la partita per il rosso rimediato in avvio di gara da Bandinelli per una manata a Pobega.

Evidentemente soddisfatto il tecnico Attilio Tesser: “Abbiamo fatto un’ottima prestazione. L’Empoli si è confermata una grandissima squadra anche in 10, ma noi abbiamo vinto con merito: Di Gregorio ha fatto l’unica parata vera all’88’. Peccato non aver segnato il 3-0. Il secondo gol nasce da un’azione bellissima, con i movimenti giusti e che Pobega è stato bravissimo a finalizzare. Abbiamo palleggiato bene e affondato quando potevamo farlo, se abbiamo avuto meno possesso palla dell’Empoli non m’importa molto. Il calendario è stato difficile fin dall’inizio, ma abbiamo dimostrato di affrontare ogni gara con grande impegno. La squadra ha lo spirito giusto per raggiungere la salvezza, è una mentalità che ci portiamo dietro dallo scorso anno. Pobega? Ha fame, voglia, personalità e qualità. Deve tenere i piedi per terra e pedalare, e sta già pedalando molto. L’intera squadra può ancora migliorare molto, anche se fino ad oggi abbiamo fatto molto bene.”

Queste le parole di Alessandro Bassoli: “Quando non gioco cerco di allenarmi al meglio: sono un professionista e quando vengo chiamato in causa cerco sempre di farmi trovare pronto. È capitato contro due squadre forti, cerco di essere sul pezzo. Era importante vincere: avevamo davanti la prima della classe e ci serviva la vittoria per muovere la classifica e per il nostro morale. In casa ci troviamo bene e i tifosi si sentono tantissimo, ci danno una grande spinta.

Raggiante anche Gianvito Misuraca: “È un campionato equilibrato, in cui anche le neopromosse possono dire la loro e arrivare in alto. Noi vogliamo giocare ogni gara a viso aperto. In Serie B ci vuole più tempo per imporre il proprio gioco, l’Empoli è una squadra molto forte per la categoria. La concorrenza a centrocampo è sana, sappiamo di essere tutti all’altezza. Ogni giorno lavoro per giocare, ognuno troverà il proprio spazio in questo campionato. La nostra forza deve rimanere l’umiltà davanti ad ogni avversario. Siamo stati bravi anche ad affrontare ogni episodio che ci è capitato di fronte senza subirlo.”