Tutte le combinazioni per andare in semifinale all’Europeo Under 21

I rumeni pazzi di gioia dopo aver battuto l'Inghilterra. eliminandola. E loro sono ad un passo dalla clamorosa qualificazione alle semifinali (Foto Getty/Uefa)

di Matteo Contessa

La vittoria sorprendente e abbondante della Romania contro l’Inghilterra, oltre ad aver clamorosamente eliminato in anticipo gli stessi britannici che erano dati alla vigilia tra i favoriti per il successo finale, ha modificato sostanzialmente le prospettive delle qualificazioni alle semifinali. Perchè adesso nel girone C Romania e Francia sono appaiate in testa già a quota 6, ma con il confronto diretto ancora da giocare. Questo vuol dire che con il famigerato “biscotto” paventato negli ultimi giorni, entrambe sarebbero qualificate alle semifinali. La Romania da prima e la Francia da miglior seconda, perchè a 7 punti nessun’altra seconda potrebbe arrivare. E così nei gironi A e B andrebbero in semifinale soltanto le prime classificate.

A poche ore dall’inizio dell’ultimo turno di partite eliminatorie, facciamo dunque luce su quello che potrà accadere, naturalmente con un occhio di riguardo particolare sull’Italia. Ricordiamo innanzitutto i criteri stabiliti dalla Uefa per definire le prime classificate di ogni girone e la miglior seconda. Per quanto riguarda le prime classificate, il primo criterio di classificazione è ovviamente quello dei punti complessivi realizzati. In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti bisogna considerare: a) i punti ottenuti negli scontri diretti; b) la differenza reti negli scontri diretti; c) la differenza reti complessiva; d) i gol complessivamente segnati; e) il piazzamento nel ranking Uefa. Per stabilire la miglior seconda i criteri sono soltanto tre: 1) la miglior differenza reti; 2) i gol complessivamente segnati; 3) il risultato dell’eventuale scontro diretto.

Con questi parametri e con quanto detto in apertura, l’Italia deve puntare al primo posto del girone A per essere sicura di passare. Perchè accada, bisogna innanzitutto che ci sia un arrivo a tre a quota 6 punti (Italia, Polonia, Spagna) e quindi una classifica avulsa. In questo momenti la differenza reti negli scontri diretti dice: Italia e Polonia +1, Spagna -2. Per arrivare primi gli azzurri stasera dovranno dunque vincere e sperare che altrettanto faccia la Spagna, ma con meno di 3 gol di scarto sulla Polonia. Se così fosse, l’Italia passerebbe da prima e Polonia e Spagna si giocherebbero secondo e terzo posto nel girone. Un’impresa affatto impossibile. Ma agli azzurri serve segnare più gol possibili per poter eventualmente puntare alla qualificazione come miglior seconda, nel caso Francia-Romania non finisse in parità.

Nel girone B alla Germania contro l’Austria domani basta un pari per essere prima a quota 7. In caso di sconfitta, invece, in caso di arrivo a due a quota 6 l’Austria passerebbe da prima e i tedeschi, con il loro +7 attuale di differenza reti, potrebbero ambire alla miglior seconda piazza, a meno di imbarcate nel “derby” in programma a Udine. In caso di arrivo a tre, con Germania, Austria e Danimarca, tedeschi ancora primi perdendo con l’Austria fino a due gol di scarto, secondi se fosse superiore.

Girone C, infine. In caso di “biscotto” abbiamo già scritto cosa accadrebbe: Romania prima per il +5 di differenza reti complessiva e Francia seconda con +2. In caso di vittoria della Romania, invece, Francia seconda ma eliminata per differenza reti troppo risicata. Con risultato invertito, Francia prima e Romania a sperare che la Germania subisca una goleada dall’Austria per essere la miglior seconda. In definitiva, sono ancora in corsa per le semifinali Polonia, Italia, Spagna, Germania, Austria, Francia, Romania. Tutte le altre sono già matematicamente eliminate, anche in caso di arrivo ex aequo (Danimarca).

Esaurita la casistica delle possibilità, questi sono gli abbinamenti previsti per le semifinali di giovedì 27 giugno, con luoghi e orari. Bologna, ore 18: Prima Gruppo A-Seconda Gruppo B o C o prima Gruppo C. Reggio Emilia, ore 21: Prima Gruppo B-Seconda Gruppo A o prima Gruppo C.