A San Primo sfide rosa internazionali

Anastasia Grimalska
Anastasia Grimalska

Dopo l’esordio della scorsa edizione confezionato in “miracolosa emergenza”, il Comitato Organizzatore pianifica nei tempi e nel modo migliore il 2° torneo Itf femminile CMG, gara dal monte premi di 10mila dollari. Evento realizzato grazie all’operosità del presidente della Polisportiva Alfredo Ghira e dei suoi collaboratori e con il potenziamento di alcuni personaggi chiave, mutuati dalla più importante gara rosa di Grado: i direttori del torneo Piero Tononi e Stefano Picech, in simbiosi con il nume tutelare delle due sfide Antonio De Benedittis, numero uno della Fit regionale.

Schieramento esecutivo di livello per finalizzare al meglio i contributi del title sponsor CMG che con la corona degli altri insostituibili sostenitori solidifica le basi finanziarie incentivate dall’Assessorato allo Sport e Turismo della regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Duino Aurisina e della provincia di Trieste. Il torneo si sviluppa dal 18 al 24 agosto, ma vista la lista delle aspiranti al tabellone principale, zeppo di scalpitanti speranze (tra le quali la 18enne friulana Marianna Petrei), non sono da perdere gli incontri di qualificazione del 16 e 17 agosto.

Osservando il main draw, figura in testa la n. 437 Alice Balducci, giocatrice esperta con due vittorie nel carniere annuale, recentemente imbottito sulla costa sarda. E’ seguita nel ranking dalla ventenne australiana Alexandra Nancarrow, buona doppista messasi in evidenza, soprattutto, nelle gare in Serbia. Da ricordare la costante pericolosità della finalista dello scorso anno Margalita Chakhnashvili che, tanto per semplificare la grafia del suo cognome, da dicembre ha aggiunto il cognome Ranzinger, quello appartenente al suo coach ora fresco marito. Piace constatare quanto l’appuntamento carsolino calamiti verdi racchette dalle18 primavere: l’austriaca Barbara Haas da poco vincitrice in Austria, la giramondo ungherese Naomi Totka in formazione all’aulica academy di Bradenton, da osservare la francese Angela Leweurs campionessa di Francia 17/18 con il titolo ottenuto nel complesso del Roland Garros, infine da tifare le due emergenti azzurre, la trentina Deborah Chiesa e la monzese Giorgia Brescia.

Chiude il main draw delle migliori, la 15enne Ludmilla Samsonova, italiana di Russia, approdata a Bordighera alla corte del duo Piatti/Sartori. La ragazzina nativa di Murmansk, da poco nazionalizzata italiana si è già distinta per la precoce vittoria conseguita nel 10mila di Roma. E’ probabile che la carriera del padre (campione di tennis da tavolo) la induca a sprintare verso i piani altri del ranking mondiale. (Fausto Serafini)