A Tricesimo collina in festa

Il consigliere Fonda premia le promozioni femminili (in B) e maschili (in A2) del Tc Triestino
Il consigliere Fonda premia le promozioni femminili (in B) e maschili (in A2) del Tc Triestino

L’immersione nel verde ritorna nell’appuntamento della Federazione tennistica regionale per la chiusura dell’attività agonistica annuale: dai green del Golf Club di Grado alle suggestioni dell’anfiteatro morenico dentro uno scenario raffinato come la secolare Villa Miotti de Braida.

Una splendida “location” baciata da un sole dardeggiante che esalta il verde intenso dei giardini freschi di taglio e fa risaltare l’affascinante magione. Tutta armonia naturale per tratteggiare la passerella dei Campioni regionali che affluiscono in numero superiore alle precedenti edizioni, innervati dai migliori protagonisti dei tre Master.

Il primo intervento è della padrona di casa, donna Cristina Miotti Pillan che, nel dare il benvenuto ai numerosi ospiti, sorprende piacevolmente i numerosi presenti con l’anticipazione della prossima costruzione, nel vasto complesso del parco, di due campi di tennis e di una piscina balneabile. Il bilancio della soddisfacente stagione agonistica, ormai agli ultimi rintocchi, tocca al presidente del Comitato regionale Antonio De Benedittis che ne illustra anche le fasi salienti in sviluppo, come l’attuale Centro periferico giovanile, appoggiato ai club di Aurisina e Tarcento e la cui sinergia con il settore tecnico nazionale prevede frequenza trisettimanale gratuita per i selezionati.

Il manager ricorda l’imminente ripetizione dell’evento internazionale del gruppo “Euroregione”, allargato con inviti ad altre rappresentative under. Menziona la riproposizione dell’apprezzata e combattuta coppa invernale Cà D’ORO, la riedizione dei circuiti con le prove clou Master e la volontà di organizzare in regione un evento di vero livello planetario come la Fed Cup o la Coppa Davis! Sempre con una visione positiva e di compiacimento per il dinamismo del tennis territoriale, l’intervento del numero uno del Coni regionale, l’onnipresente Giorgio Brandolin, motivato nel esemplificare il movimento e le sue continue pianificazioni. Così come si dichiara disponibile ad appoggiare i molteplici progetti dello sport della racchetta anche il consigliere del Friuli Venezia Giulia, Diego Moretti.

La numerosità degli attestati (ben 77) richiede tre ondate di presentazione con cluster di premiati omogenei, operazioni intervallate da aperitivo e pranzo sui prati. La lunga carrellata si apre con la chiamata dei migliori agonisti regionali di ambo i sessi: i giovani under dai 10 ai 16 anni, seguiti dagli otto campioni veterani ed esteso al tandem di doppio.

Il premio varato dal Coni va a premiare il “Talento Sportivo” del triestino 17enne Gianluca Grison, giocatore da tempo nel giro nazionale ed in produttivo avanzamento nei tornei internazionali juniores. Per le buone prestazioni nei Campionati nazionali individuali di categoria, il riconoscimento investe la dodicenne Sara Ziodato (quarti) e l’undicenne Angelo Rossi (semifinali), mentre per il quinto posto tricolore scatta l’applauso per le ragazzine dodicenni dell’Atomat Tennis Udinese, come per il quarto gradino delle ladies 55 in forza alla Libera e per gli atleti dell’Eurotennis Club, finalisti nel difficile main draw degli Over 45.

Di assoluto livello la doppia performance dei due team del Tc Triestino, capaci di conquistare la serie B con le formazione femminile e la serie A2 con quella maschile. Si riprende con i vincitori delle manifestazioni Master. Prove conclusive come quelle giocate al Tc Grado per il circuito “Tennis Team Trieste”, arrivato alla dodicesima edizione e allargato su tre province e come il Circuito “Young Cup”, un lungo viaggio attraverso la regione della linfa verde tennistica con dodici tappe spalmate su nove mesi di competizioni ed esaurito al Tennis Natisone. Si passa al “Master Veterani”, circuito dai 35 ai 75 anni, di quattro sessioni, le cui supremazie Master emergevano sui rossi di Grado.

L’ultimo cluster in programma é dedicato alle squadre campione. Vola il riconoscimento ai vincitori di serie C: il team rosa del Tc Triestino accanto a quello dei super amici del Tc Grignano. E’ il momento di accogliere le sette migliori formazioni under, da quella mista dei teneri decenni per salire fino alle agguerrite schiere dei sedicenni. Chiudono la serie i sodalizi dei più maturi giocatori che, oltre le appassionate Ladies 40 e 50, vedono sette compagini degli indistruttibili “evergreen” calamitare l’entusiasmo dei presenti. La riuscita festa è alla conclusione, le ultime note del trio musicale solleticano l’aria, il sole si abbassa all’orizzonte, tra i tavoli echeggiano ancora alcuni ricordi della stagione agonistica, mentre già si dà la stura alle future sfide. (Fausto Serafini)