Tennis – Al Tc Linus di Porcia urgono nuovi spazi

Al Tennis Club Linus di Porcia urgono nuovi spazi. L’attività agonistica e quella dei soci (ormai oltre 160) hanno ormai congestionato i due campi a disposizione del circolo di Sant’Antonio di Porcia, che è ora alla ricerca di soluzioni alternative per poter proseguire regolarmente la propria attività con la scuola tennis e gli agonisti (57 atleti).

Il sodalizio, oggi guidato da Davide Ceciliot, esiste dal lontano 1972. Nel ’92 fu completato un significativo restyling con la realizzazione degli attuali due campi in terra rossa (che in inverno vengono coperti dai palloni pressostatici) e della club house, in via Lazio, nel quartiere di San Antonio. In estate il club è sede di diversi eventi agonistici, tra i quali l’ormai consueto Torneo Giovanile “Roverclean” per Under 10, 12 e 14 femminile e maschile (decima edizione), e l’ancora più tradizionale “A tutto tennis” (29esima edizione), denominato quest’anno “In prima linea”, in nome del main sponsor, torneo per giocatori di terza categoria con tabelloni maschile, femminile e di doppio misto, che anche quest’anno ha visto in lizza oltre 200 giocatori provenienti da tutto il Triveneto. “Purtroppo oggi ci troviamo nell’imbarazzo di dover dire di no a diversi bambini che vogliono iscriversi alla nostra scuola tennis. Non ci sono più spazi disponibili”.

L’unica soluzione è la realizzazione di un terzo campo – continua Ceciliot –  per il quale abbiamo già un progetto di massima. Una struttura con copertura fissa e superficie in sintetico, che sarebbe una boccata d’ossigeno per la nostra attività, e che si potrebbe collocare nelle adiacenze del circolo stesso, nel terreno ora adibito a parcheggio. Anche per i nostri agonisti (Il Linus ospita anche un centro di perfezionamento ed alta specializzazione ndr) sarebbe fondamentale potersi allenare su superfici diverse provando anche il veloce e non solo la terra”.

E’ un’opera impegnativa, non lo nascondo, anche sotto il profilo economico – conclude Ceciliot – ma siamo fiduciosi perché nell’amministrazione comunale di Porcia abbiamo trovato interlocutori sensibili alle problematiche sportive come l’assessore Riccardo Turchet e il sindaco Marco Sartini”.