Cuttini: “Punto prezioso a Padova”

_MG_1871“A Padova, contro LeAli Volley Project, abbiamo avuto un approccio fenomenale, come avevamo chiesto e come era stato con l’Atomat nella trasferta precedente e che è stato dispiegato contro una squadra da promozione: le abbiamo davvero sorprese e ci hanno messo due set a riprendersi, poi si sono messe a giocare anche loro e con gli elementi anche da serie A che schierano, non ‘è da meravigliarsi della rimonta, anche se il terzo e quarto set li abbiamo alla fine persi per un’azione”. Così il tecnico dell’Itas C. Fiera Jacopo Cuttini, il quale ha rilevato che “pur se bastava poco per compiere un’impresa, fare un punto a Padova è comunque una mezza impresa e rappresenta un traguardo importante. Eppoi – ha soggiunto – le ragazze sono partite talmente cattive e convinte da far sembrava che fossero loro a giocare in casa e forse perché sono state anche po’ sottovalutate, le avversare hanno messo del tempo a capire e riprendersi, quindi speriamo quindi di essere sempre così convinti”.

In merito al prossimo impegno, il quarto stagionale, che vedrà l’Itas C. Fiera ritornare a giocare per la seconda volta in casa alle ore 18 di domenica 8 novembre, contro la Foppapedretti Bergamo, sconfitta in casa per 1-3 della Vivigas Verona e rimasta con 5 punti in classifica, dove è nona, un posto e un punto avanti a Martignacco, Cuttini ha espresso sincera fiducia. “Stiamo analizzando questa compagine, che è molto “fisicata”, che ha molti centimetri e comprende diversi ottimi talenti, essendo in pratica la seconda squadra di una di serie A1. Noi vogliamo riuscire a fare punti anche in casa e le avversarie le vorremmo aggredire come non fu fatto nella prima partita davanti al nostro pubblico; poi vincere o no dipende da tanti altri fattori, però – ha affermato Cuttini – riuscire ad approcciare la gara come le ultime due precedenti in trasferta sarebbe già un buon inizio e la squadra ha dimostrato di poterlo fare, come sta dimostrando di continuare crescere”. Sul piano fisico, il tecnico dell’Itas C. Fiera ha definito la situazione generalmente buona, “anche se – ha riferito – siamo con la Groppo ferma da un paio di settimane per una pregressa patologia dorsale e quindi siamo senza un’arma importante, mentre ci sono anche altri piccoli acciacchi, come capita in una squadra giovane che deve quindi crescere e lavora molto in palestra, ma il tutto è gestibile e non preoccupa”.

Il Presidente della Polisportiva Libertas Martignacco, Bernardino Ceccarelli, da parte sua ha voluto aggiungere agli elogi di fine incontro per Dian e Caravello, quelli particolari per Quarchioni e Gogna “che ieri hanno fatto più punti e hanno giocato con il massimo raziocinio. Bisogna affinare ancora – ha soggiunto – l’intesa, già buona, tra palleggiatore e attaccanti, ma si vede già un gruppo meraviglioso, di atlete che sono anche amiche e che non vorrebbero mai smettere di allenarsi”. Sul prossimo incontro, il Presidente ha rilevato che l’avversaria è sì giovane, ma ha una grande tradizione e un’importante Società alle spalle; “in ogni caso – ha sottolineato – si spera, dopo due belle trasferte, di fare una prima prestazione davvero buona anche in casa. Per questo importante appuntamento – ha fatto appello Ceccarelli – contiamo di avere il sostegno massiccio di tutta la nostra tifoseria, una cui rappresentanza è arrivata domenica fino a Padova e abbiamo già l’assicurazione che a dar manforte ci saranno gli affezionati giovani della Comunità di mons. Davide Larice”.