Domenica Itas Città Fiera-Isuzu Cerea

In attesa della quinta di ritorno, che l’Itas Città Fiera giocherà domenica 6 marzo alle ore 18 in casa contro la pari punti Isuzu, che all’andata a Cerea (Verona) aveva vinto per 3-0 e ieri ha perso 2-3 con LeAli Padova, alla Polisportiva Libertas Martignacco si fa un bilancio della trasferta a Cene (Bergamo), dove la vittoria sulla Foppapedretti per 2-3 ha portato da 28 e 30 il punteggio in classifica, con il consolidamento dell’ottava posizione. Il Presidente della Bernardino Ceccarelli, ha ribadito in proposito che “si tratta di due punti
Itaspreziosi conquistati, però – ha soggiunto – ci sono segni di scollamento nella ricezione che indicano la necessità di rafforzare il lavoro per riportare questo importante fondamentale agli standard normali di qualche settimana fa. La Società – ha proseguito Ceccarelli – è però fiduciosa e riconosce l’impegno delle ragazze, che viene sempre garantito in allenamento, ma che ora più che mai è importante riversare anche sugli incontri. Per la partita con l’Isuzu – ha detto ancora il Presidente – si aspetta un riscatto della brutta prestazione fatta all’andata e visto che questa pur forte formazione è ora priva di ben quattro titolari, la situazione rispetto ad allora è cambiata e si presenta alla portata. La Società – ha concluso Ceccarelli – fa quindi appello alle atlete affinché approfittino di questa condizione di disagio delle avversarie ed al pubblico, perché venga in forze a sostenere l’Itas Città Fiera, che rimane ancora in un momento delicato”.

Il tecnico Jacopo Cuttini ha espresso da parte sua apprezzamento per la “lunga e intensa battaglia con cui l’Itas Città Fiera si è aggiudicata l’incontro con la Foppapedretti” ed ha tenuto a precisare che in quel contesto, con la trasferta così distante fatta ed i primi due lunghi e combattuti set finiti ai vantaggi “ci sta che in modo speculare prima la loro squadra e poi la nostra abbiano mostrato dei cedimenti anche psicologici. Dopo quel 25-12, però, fa ancora più piacere il successo nel quinto set – ha sottolineato l’allenatore dell’Itas Città Fiera – che la squadra è riuscita a riprendere in mano in maniera efficace e risolutiva, quanto sorprendente. Buono – ha tenuto a sottolineare Cuttini – anche l’esordio della Di Bonifacio, che sta prendendo qualche minuto, dopo aver raggiunto, grazie alla regolarità e l’impegno negli allenamenti, una condizione che le permette di fare ingresso in campo, dove ha dimostrato molta attenzione e concentrazione ed è stato un bel segnale. Per domenica non siamo ancora al top, per problemi con le centrali – ha poi spiegato il tecnico – con Brusegan che non ha più dolori, ma deve ancora riprendersi e per un risentimento di Zonta a un ginocchio, ma la rosa permette diverse alternative. L’Isuzu – ha concluso – è esperta e combattiva, ma noi abbiamo una gran voglia di rivalsa: speriamo ne nasca una bella partita”.