Gara a porte chiuse amara per la Bulloneria Friulana

Viviana Alberti della Bulloneria Friulana
Viviana Alberti della Bulloneria Friulana

La gara di sabato, svoltasi a San Giorgio di Nogaro nella palestrina delle scuole con il divieto di accesso per il pubblico, ha regalato poche emozioni e grandi grattacapi la Bulloneria Friulana che tornano a casa con un solo punto.

Coach Marson fa partire Grandi al palleggio, Saccon opposto, Faloppa e Ortolan schiacciatrici, Alberti e Toffoli in centro e Bortoletto libero. Partono bene le biancorosse; nella prima frazione di gioco, infatti, costringono le udinesi ad inseguirle per tutto il set. Nemmeno i quattro ace consecutivi delle padrone di casa spaventano la Bulloneria che con decisione riesce comunque a chiudere con il punteggio di 23-25.

Completamente un altro andamento nel secondo set: la Vbs allunga senza trovare ostacoli e le pordenonesi cadono nella desolazione più totale, regalando il pareggio alle avversarie  (25-13). Nel terzo set, la Bulloneria recupera le forze e mette il piede sull’acceleratore nel momento decisivo grazie alle battute ficcanti di Ortolan che facilitano la vittoria (22-25).

Equilibrato l’inizio del set successivo, ma ancora una volta la Bulloneria si spegne clamorosamente e non riesce più a tenere a bada le udinesi che “scappano” e senza concedere sconti portano a casa il quarto set (25-17). Nel tie break coach Marson tenta il tutto per tutto e schiera come titolari Trevisiol e Ianna. Si gioca punto su punto poi nuovi vuoti di memoria colpiscono ancora le pordenonesi che si arrendono sul parziale di 18-16.

Domenica le naoniane giocheranno tra le mura amiche del PalaGallini contro la Farmacia Trojani Majanese che attualmente ha la metà dei punti delle biancorosse.