La carica dei 400 al Join In 2018: oltre 60 squadre alla festa del volley

Non solo volley a Join In 2018, l’evento clou della Volleybas, che ha chiamato a raccolta al Malignani di Udine 16 squadre dall’Italia e 7 dall’estero impegnate nei tornei internazionali seniores e giovanili e una quarantina di formazioni del greenbeach, competizione 2 contro 2 sull’erba dedicata ad atleti e atlete giovani ma già in grado di emulare i veri “beachers”.

I presenti alle premiazioni hanno infatti potuto ascoltare alcune testimonianze eccezionali legate allo sport ma non solo. Sono intervenuti infatti la giocatrice di serie A1 Francesca Devetag, Fulvio Belsasso, ex pallavolista e presidente della Trieste Tuffi presente assieme alla figlia Giulia, nazionale italiana di tuffi dalla piattaforma. Ancora di tuffi si è parlato grazie al videomessaggio inviato dal Texas dal campione Alessandro De Rose, bronzo mondiale nel 2017 nella specialità dei tuffi dalle grandi altezze.

Si è poi passati dallo sport alla scienza con il videomessaggio di Mauro Giacca, direttore del Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie di Trieste, anch’egli ex pallavolista di serie B. “Avendo giocato per tanti anni – ha detto – so cosa vuole dire unire la passione e l’impegno per lo sport con l’altrettanto importante passione per la ricerca scientifica. So che la Volleybas ha avuto la capacità di coniugare successi sportivi con studi altrettanto importanti come quelli sui neuroni specchio, sulla motricità e sull’impatto della fisiologia nella prestazione sportiva. Sono convinto che lo sport sano agonistico sviluppi una serie di doti utili anche nella ricerca scientifica fra cui la capacità di fare squadra e di non demoralizzarsi di fronte a un insuccesso”. “Sorge spontanea una domanda – ha sottolineato la direttrice tecnica Volleybas Maria Maddalena Savonitto –: come mai più persone dedite alla ricerca scientifica hanno praticato o praticano la pallavolo? Sono le caratteristiche di questo sport a renderlo attrattivo per le menti brillanti o è la pallavolo stessa a contribuire a renderle tali? Certo non è una casualità ”.

Realizzata con il sostegno della Regione e della Banca di Udine, la manifestazione ha visto la vittoria, nel seniores, dell’Ok Luka Koper seguito da Volleybas e Villa Vicentina. Fra le under 16 femminili ha primeggiato il San Leonardo, seguito dal Fiumicello e dal Koper mentre fra i pari età del maschile hanno vinto i ragazzi di Pasian di Prato. Sul fronte under 14 femminile ha trionfato l’Ausa Pav Cervignano, seguito dal Volleybas e dal Koper. Significativa la presenza di formazioni straniere, fra cui, oltre alle slovene di Koper, le croate di Rovigno e St Lovrec mentre dalla Toscana ha partecipato La Bulletta Siena.

Per la Regione Fvg è intervento il consigliere Mauro Di Bert, mentre il Comune di Udine è stato rappresentato dall’assessore allo sport Paolo Pizzocaro. Sul palco anche il presidente della Fipav Udine Amerigo Pozzatello, il presidente del Coni Fvg Giorgio Brandolin, il coordinatore tecnico del Coni di Udine Sergio Osgnach e Faustino Anzil, presidente degli Atleti Azzurri d’Italia.

“Join In – ha detto la presidente Volleybas Donatella Savonitto – significa unisciti a noi, credi nel nostro sogno. Volleybas crede nello sport per tutti e nello sport agonistico e condivide il progetto di uno sport sano e solidale. Agire, crescere, vivere di relazioni positive aiuta a osare, sognare e costruire un futuro di senso”.