La Libertas Martignacco si prepara alle sfide contro Service Med e Coveme

IMG_5816-001Sono ripresi già oggi gli allenamenti delle atlete dell’Itas Città Fiera che si prepara ad affrontare due difficili trasferte a San Donà di Piave (Venezia) contro il Service Med ed a San Lazzaro di Savena (Bologna), contro la Coveme.

Il primo appuntamento è fissato per sabato 14 febbraio alle 20.30 e non sarà facile perché il Service Med, con 22 punti, si trova al nono posto in classifica a soli due punti di distacco dall’Itas Città Fiera e farà quanto in suo potere per effettuare un sorpasso e altrettanto ovviamente farà la prima squadra della Polisportiva Libertas Martignacco per impedirglielo.

Il tecnico Iacopo Cuttini: “Cerchiamo di recuperare intanto energie mentali perché quando giochi contro una squadra che non ti permette di fare grandi cose, si rischiano inibizioni ed è difficile recuperare in fretta e completamente il necessario equilibrio. Proseguendo nel tris di partite difficili di questo inizio del girone di ritorno – ha detto ancora Cuttini – abbiamo ora le due trasferte sul campo di squadre che in casa sono molto ostiche: Service Med e Coveme. Guardando intanto al San Donà, va rilevato che non è più quello che all’andata abbiamo battuto 3-0: è una squadra in crescita, molto giovane e fisica; poi in casa difficilmente cede punti”. Sulle condizioni dell’Itas Città Fiera, Cuttini ha rilevato infine che tutte le atlete sono al momento a disposizione e in buone condizioni, con Figini che però è ancora al 50 per cento, dovendo sempre riprendersi dall’infortunio alla caviglia del gennaio scorso ed il cui recupero pieno viene ritardato dal suo impiego che, pur se parziale, pare essere indispensabile.

Il presidente della Polisportiva Libertas Martignacco, Bernardino Ceccarelli, da parte sua, ha innanzitutto rinnovato il ringraziamento al pubblico che “ieri ha gremito il Palazzetto, dimostrando che gli appassionati di pallavolo ci seguono e hanno apprezzamento per la Società e per la squadra”. Il secondo pensiero del presidente Ceccarelli è andato al primo set di ieri dell’Itas Città Fiera: “lo abbiamo perso noi, non l’hanno loro, perché se si fa un errore, come quello commesso in battuta, in un momento in difficoltà dell’avversario, questo avvilisce noi e da forza agli altri. Ciò – ha proseguito – deve far capire alle atlete che il tabellone dei punti va controllato e in base al punteggio bisogna sapere regolare la battuta senza rischiare. Quel set sprecato – ha però aggiunto il presidente – conferma comunque che, proprio dato il valore dell’avversaria, la squadra è competitiva e le ragazze devono essere consce delle proprie possibilità e di cosa riescono a fare con la concentrazione, la grinta e il giusto entusiasmo, giocando senza paura. Sabato prossimo – ha concluso Ceccarelli, auspicando l’ormai tradizionale e massiccio sostegno della tifoseria al seguito – bisognerà assolutamente vincere, se si vorrà mantenere una buona posizione centrale in classifica, altrimenti si scenderà a una soglia suscettibile di diventare critica e questo non può e non deve accadere”.