Vollet – Parla Comar del Cus Trieste: “Riprendiamo con Tarcento”

Finalmente si torna a giocare: in casa Cus Trieste, il DoveVivo di volley femminile riprende il suo cammino nel campionato di Serie C 2021/2022 con una trasferta. Sabato 12 (ore 20.30 – Palazzetto dello Sport di Tarcento, Via Sottocolleverzan), infatti, il team di Federico Vivona affronterà il CSI Tarcento, squadra che all’andata si era presa la vittoria al PalaCus: in casa universitaria, l’atmosfera è carica e desiderosa di migliorare i risultati finora ottenuti, sia pur con allenamenti condotti a singhiozzo a causa di assenze dovute alla pandemia. Sabrina Comar, banda al primo anno con la formazione universitaria, analizza la situazione della squadra durante la settimana pre-Tarcento. 

Dopo quasi due mesi di assenza dal campo, la ripresa del campionato: non è certamente facile stare lontano dagli impegni agonistici per così tanto tempo, come avete affrontato questo periodo? 

“Diciamo che affrontare questo periodo è stato abbastanza duro; più che altro, abbiamo iniziato ad allenarci più tardi del previsto e, una volta riprese le sedute, abbiamo fatto registrare diverse assenze dovute a contagi o quarantene preventive”. 

Sei al tuo primo anno in maglia Cus Trieste: come ti stai trovando? 

“Direi molto bene: mi sono sentita fin da subito parte della squadra; penso che quello del Cus sia l’ambiente giusto per crescere, sia come giocatrice che come persona”. 

Sabato sarete di scena a Tarcento, un’avversaria da prendere con le pinze: qual’è il tuo pronostico? 

“Sarà una partita difficile per vari motivi; in primis, la lunga trasferta fino a Tarcento. Poi, abbiamo assenze importanti e molte ragazze hanno fatto poche sedute, proprio a causa del Covid. Quello che vogliamo noi, sabato, è dare il massimo e fare tesoro di questi ultimi allenamenti, riscattandoci della sconfitta subita nel girone d’andata”.