Volley – Ardue imprese in vista per Prata e Pordenone

Foto Moret

Per uno scherzo del destino il calendario ha proposto al Volley Prata un mese veramente tosto, mettendo in fila un trittico di partite ad alto coefficiente di difficoltà con tutte le migliori squadre del lotto in Serie A2 maschile. Non fa eccezione la Gas Sales Piacenza che occupa il secondo posto in graduatoria, ma punta dichiaratamente al salto di categoria. Il palleggiatore è Matteo Paris, classe ’83 con ampia esperienza di A2 da titolare oltre che di A1 (a Perugia, Castellana e Latina) come secondo palleggiatore. Per lui anche 3 annate in Grecia. In diagonale con lui gioca un monumento del volley nazionale: Alessandro Fei, campione del mondo nel ’98. Ci vorrebbe un comunicato stampa specifico solo per riassumere il suo abbondantissimo palmares in 23 stagioni di A1. Ci accontentiamo di segnalare i 4 scudetti e gli oltre 900o punti messi a terra. Gli altri schiacciatori sono Mercorio e Yudin, con Ingrosso cambio di lusso. Al centro si alternano Tondo, Canella e Copelli, mentre il libero è l’esperto Fanuli che può mettere sul piatto una decina di anni di esperienza in A1.

La Tinet Gori Wines ha dimostrato di potersela giocare con tutte le grandi di questo campionato, a viso aperto, ma ovviamente consapevole delle differenze fisiche e tecniche che la separano dalle migliori. Finalmente tutti i Passerotti, tranne Link ancora in recupero, sono disponibili per Coach Sturam.

In Serie B1 femminile, invece, quella di Ospitaletto contro il lanciatissimo Vinilgomma sarà la trasferta che chiuderà il 2018 agonistico della Bioxigen Pordenone. La squadra bresciana, guidata da Irene Bonfadini, è ormai da diversi anni una delle pretendenti alla leadership del girone a anche in questa stagione non fa eccezione. A dirigere le operazioni c’è Simona Marini, regista del ’96 scuola Foppa. In opposto la temibile Gotti. Al centro due ottime giocatrici di categoria che hanno già ottenuto promozioni in A2: Silvia Raccagni (che ricordiamo nel super Flero allenato dal pordenonese Carlo Zanoni) e Martina Focaccia che lo scorso anno ha trionfato con S. Lazzaro. In banda il terzetto Falotico-Castellini-Viganò che garantisce punti ed equilibrio, con quest’ultima che non ha certo bisogno di presentazioni vista l’eccellente carriera trascorsa tra Novara, Lodi, Busto, Villa Cortese e Piacenza. Il libero è Alexia Pontil Scala.

In casa Bioxigen c’è la consapevolezza di giocare contro un avversario sicuramente ostico, ma anche la serenità e la convinzione di poter sfruttare le proprie chance per giocare una di quelle sfide che i giocatori amano affrontare. Dal fronte infermeria giungono notizie positive da Samantha Gallo e Giulia Gogna che pur non al 100% si sono allenate regolarmente, mentre destano più preoccupazione le condizioni della regista Valeria Pesce, uscita malconcia dalla partita contro Verona e sofferente. Probabile l’impiego dall’inizio della giovane Francesca Sabadin che ha dimostrato di poter gestire bene la squadra, pur non potendo contare sull’esperienza della collega di reparto.