Volley – Colombo entra nello staff delle Villadies

L’incertezza sulla data di rientro in palestra e sul futuro degli sport di squadra sta decisamente influenzando la definizione del roster della Villadies Farmaderbe non potendo svolgere normali allenamenti né visionare nuove atlete inserendole nel gruppo.

Infatti la validità dell’ultimo protocollo Fipav per lo svolgimento degli allenamenti è stata prolungata fino al 5 luglio alla luce della bocciatura del Comitato tecnico scientifico della Protezione civile alla ripresa dell’attività, nonostante le dichiarazione favorevoli del Ministro allo Sport Spadafora.

La reazione delle federazioni di Pallavolo, Pallacanestro e Pallamano si è unita in un comunicato congiunto che esprime tutta la delusione per il blocco di una buona fetta del mondo sportivo italiano.

Ci sono molti temi caldi primo tra tutti la responsabilità dei presidenti di società e la riapertura delle palestre scolastiche. Se il secondo punto tocca marginalmente la Vivil, il primo è molto sentito dal numero uno Delbianco e sta praticamente demotivando un impegno massiccio per il rientro in palestra visto che il rischio non vale la candela: l’attuale protocollo è ancora molto restrittivo e sostanzialmente limita l’attività al lavoro individuale.

Si confida quindi su maggiori aperture dopo il 5 luglio e, nel frattempo, si continuano incontri e colloqui con atleti e tecnici per definire tutto e trovarsi pronti quando si potrà riprendere in mano il pallone.

Il presidente non ha molte novità da comunicare: “La prossima settimana organizzeremo un incontro con le ragazze. Abbiamo molte trattative in corso. Per ora posso solo dire con dispiacere che Mateja Petejan ha scelto la B1 a Udine, nè è stato trovato l’accordo con Federica De Cesco per incompatibilità con gli orari di lavoro.”

Com’è consuetudine alla Vivil, anche coach Morsut mantiene lo stretto riserbo sui contatti attuali e non si sbilancia fino a quando non ci saranno accordi certi. Si sa che la definizione delle squadre è il momento più delicato di ogni stagione ed è preferibile andare con i piedi di piombo, soprattutto in questo periodo inusuale in cui tutto va a rilento e si naviga a vista.

A livello di staff la società di Villa Vicentina è a buon punto visto che manca proprio poco al suo completamento. Notizia fresca fresca è l’accordo raggiunto con Paolo Colombo, varesino che dal 2015 è in Friuli in qualità di allenatore. La sua avventura nel volley inizia nel 2006 come scoutman alla Yamamay ed in altre società di A2 e B1 per poi passare al ruolo di allenatore soprattutto nelle giovanili. Ed è proprio in questo settore che andrà ad affiancare Fabio Sandri e Nicholas Moretti.

Alla soddisfazione di Delbianco fa eco quella del tecnico: “Sono molto molto felice di entrare a far parte del mondo Vivilvolley. Finalmente, dopo averla incontrata varie volte da avversario, ne farò parte come allenatore. Questa per me è davvero un’opportunità immensa perché approdo in una delle più importanti società pallavolistiche a livello giovanile del Friuli con tante ragazze di talento che hanno voglia di lavorare e crescere pallavolisticamente e poi perché continuo il mio percorso di crescita come allenatore al fianco di un allenatore come Fabio Sandri, col quale ho già collaborato lo scorso anno, che stimo profondamente. Ringrazio tantissimo il Presidente Italo Delbianco per avermi concesso questa opportunità e spero di esserne all’altezza e di contribuire a portare Villa ad ottenere grandi risultati. Non vedo l’ora di cominciare ma prima una breve vacanza per caricare al meglio le energie in vista di questa nuova avventura.”