Volley – Inizia la nuova avventura in B2 per il Rizzi

La fine di agosto è quel periodo nel quale si mettono a punto i dettagli che permettono di affrontare al meglio il successivo campionato. Un periodo ancora più importante se la categoria è nuova ed impegnativa e nel telaio è necessario inserire elementi nuovi.

Parte così l’avventura in Serie B2 del Rizzi Volley che da un paio di giorni sta sudando con profitto agli ordini dello staff del riconfermatissimo coach Glauco Pignattone, del suo vice Fabio Bastiani e del preparatore atletico Stefano Busolini.

Per ripartire, dopo l’acquisto dei diritti, si disponeva di una base solida, che aveva sfiorato la promozione diretta. In cabina di regia Noemi Franzolini, libero Camilla Tamborrino, schiacciatore d’ordine Martina Borsi, Laura Manias a schiacciare da posto 2, Giulia Toffoli e Greta Tonizzo a presidiare il centro rete.

A questo manipolo si sono aggiunte due ragazze di scuola Chions, la palleggiatrice Dalila Moretti e la schiacciatrice Giorgia Fabris, reduci dalle esperienze rispettivamente a Cordenons in Serie C e a Est Volley in B2. Sempre dall’Est Volley, ma è un gradito ritorno è tornata alla base la schiacciatrice Beatrice Snidero che lo scorso anno ha giocato anche con la talentuosa centrale del 2002 Anna Degano.

Acquisto importante per lo spot di opposto: in arrivo la bellunese Gloria De Kunovich, classe ’89, con ampia esperienza di categoria a Cormons, Spezzano, Casale Monferrato, Trento, Torre Annunziata, Montecchio, Palermo e negli ultimi due anni a Reggio Emilia dove è risultata uno degli attaccanti più positivi del girone.

Soddisfatto il direttore tecnico Giancarlo Snidero:La scelta di acquisire i diritti è una conseguenza dell’ottimo campionati di C dello scorso anno, che ci ha portato a disputare la finale dei play off promozione. L’abbiamo persa, ma abbiamo constatato che avevamo ottenuto un’ottimo risultato di crescita tecnica delle ragazze. Considerando che abbiamo un settore giovanile molto attivo e in continua crescita, abbiamo ritenuto di dare un ulteriore strumento di crescita, adeguato a quelle atlete che mostrano possibilità maggiori rispetto a quelle di una Serie C. Quindi, attraverso un percorso che comprende tutte le categorie giovanili dal Minivolley all’U18 e tutta la scala dei campionati senior dalla seconda divisione alla B2, possiamo proporre a ciascuna atleta un percorso adeguato che permette a tutte di giocare al proprio livello di pallavolo. Tutto questo restando all’interno della società che le ha cresciute, senza cercare avventure in altri lidi“.