Volley – Prata suona la nona sinfonia. Battuta Belluno

Foto Moret

Nona sinfonia (consecutiva) della Tinet Prata. Titolo magari banale abusato per situazioni simili. C’è una cosa, però, che non è banale affatto. Ovvero che un gruppo così giovane e con tanti esordienti in categoria, ottenga una striscia di successi così importante. E ancora meno scontato è che lo faccia con un crescendo di gioco innegabile e anche sopportando difficoltà, come la mancanza contemporanea dei due liberi di ruolo, che avrebbero stroncato un… rinoceronte.

Rinoceronti, quelli della Da Rold Belluno che, nel match del giorno di Santo Stefano, hanno dovuto alzare bandiera bianca allo strapotere della Tinet Prata di questo periodo.

Coach Boninfante recupera uno dei due liberi di ruolo, Denis Pinarello, che è nel sestetto iniziale e si disimpegna egregiamente, considerando che anche lui è al rientro dopo l’inattività Covid. Per il resto la formazione rispecchia quella delle ultime gare con Boninfante in regia, Baldazzi opposto, Porro e Yordanov in 4, Katalan e Bortolozzo al centro. Si inizia subito con uno dei fattori della Tinet 2021-22: un bell’ace firmato da Boninfante. Belluno, che deve fare a meno del suo libero titolare Martinez e schiera al suo posto l’ex Gionchetti, è un osso duro e infatti scatta in avanti sul 4-7. Decisivi in questo frangente i centrali con Mozzato in particolare spolvero. La Tinet tiene botta con un altro dei suoi cavalli di battaglia, il muro. Porro mette anche un ace, il numero 100 della stagione per i gialloblù. Si arriva al 16-16. Poi c’è un altro ace di Boninfante e cinque minuti di furore agonistico di Baldazzi che piazza una diagonale stretta imperiosa, seguita da una incredibile difesa acrobatica oltre i tabelloni pubblicitari. Bene anche Yordanov che mette un punto in battuta e fa esplodere il PalaPrata con una pipe poderosa servitagli senza muro da Boninfante: 22-17. Porro fa vedere di essere capace di fare bene mani-out: 23-18. Entra in battuta Dal Col che poi alza perfettamente la palla concretizzata da Baldazzi per il 24-18. De Santis annulla il primo dei numerosi set point, ma poi Belluno sbaglia la battuta e il parziale si chiude sul 25-18.

Partenza sprint dei gialloblù anche nel secondo set. Due muri punto consecutivi di Nicolò Katalan portano il punteggio sul 7-3 e costringono Coach Poletto al minuto di sospensione. Belluno rientra sul turno di servizio di De Santis che con la sua insidiosa salto float mette in difficoltà la ricezione pratese. Ma è sempre la battuta a dare la spinta decisiva alla Tinet. Porro ne mette due vincenti di fila e si arriva così al 17-13. Belluno è costretta a forzare i colpi in attacco perché Prata alza i giri in difesa e i veneti mettono due errori consecutivi con la Tinet che amplia il divario: 20-14. Katalan fa vedere di essere bravo anche in battuta e ne fa altre due vincenti: 22-14. Boninfante serve una sette a Bortolozzo e il capitano si esalta: 23-15. Baldazzi porta i suoi al set point sul 24-16. Poi sbaglia il contrattacco successivo, ma poco male. Sul cambio palla successivo Porro mette a terra il lungolinea vincente e assicura alla Tinet il 2-0: 25-17.

Il terzo parziale fa capire come la Tinet non sia per niente intenzionata a mollare neanche un centimetro. Si inizia subito con un rotondo 4-0 con Boninfante che si esalta in difesa e Porro che risolve dalla seconda linea. Baldazzi concretizza i contrattacchi e Katalan si fa sentire a muro: 10-3. Graziani cerca di accorciare in battuta, ma il treno Tinet è lanciatissimo. Entra anche Manuel Bruno a dare il suo contributo e subito fa esplodere il palazzetto con una pipe al fulmicotone: 19-12. Boninfante mette a terra il pallonetto di seconda del 21-13. Capitan Bortolozzo schianta a terra il primo tempo del 24-16. Belluno annulla il primo, ma Boninfante sente il capitano caldo e lo serve nuovamente. Bortolozzo apprezza la fiducia e ripaga il suo palleggiatore con il punto che manda in visibilio il PalaPrata. Si chiude 25-17 con una grandissima prestazione. Ora si devono attendere le decisioni della Lega per la Coppa Italia che è programmata per il 2 gennaio. Ma non si sono giocate tre partite e quindi la graduatoria, che qualificherebbe le squadre nelle prime otto posizioni, non è definitiva. Si attendono ulteriori comunicati per conoscere accoppiamenti o eventuali nuove disposizioni.

TINET PRATA – DA ROLD LOGISTICS BELLUNO 3-0

Prata: : Baldazzi 16, Katalan 10, Dal Col, Pinarello (L), Yordanov 9, Gambella, M. Boninfante 5, Bruno 1, De Giovanni, Lauro (L), Bortolozzo 6, Novello, Porro 11. All: D. Boninfante

Belluno: Piazzetta 5, Gionchetti (L), Maccabruni 1, De Santis 7, Della Vecchia, Graziani 10, Mozzato 6, Milani, Ostuzzi 5, Paganin, Guolla, Pierobon. All: Poletto

Arbitri: Serafin e Traversa di Padova

Parziali: 25-18 / 25-17 / 25-17