Volley – Princi: “Contro Massanzago servono punti salvezza”

In casa MV Group Cus Trieste si continua a lavorare, in vista del prossimo impegno: dopo la sconfitta casalinga con Zanè, il PalaCus sarà nuovamente la cornice del prossimo impegno del team di Cuturic. Sabato 18 (ore 17.00) in Via Monte Cengio arriva infatti la BTM&Lametris Massanzago, formazione veneta che già l’anno scorso i triestini avevano affrontato: Samuel Princi, palleggiatore classe ’96, è certamente uno degli uomini più rappresentativi del Cus in questo momento ed è proprio lui la persona cui è affidata la consueta disamina settimanale in casa Cus. 

Nell’ultima partita avete perso contro l’Olimpia Zanè, una squadra di ottimo livello: sconfitta, ma qualcosa di positivo si è visto. 

“Nella gara disputata sabato abbiamo visto sicuramente qualcosa di buono contro una delle squadre più forti del campionato, ma potevamo fare meglio ed approfittare del fatto che loro hanno giocato un po con il freno a mano tirato. Probabilmente se fossimo stati ancora più aggressivi, loro avrebbero alzato la loro qualità; certamente ci sono dei lati positivi di questa partita, ma pecchiamo ancora nei momenti “clou”. Questi alti e bassi non ci fanno avere continuità durante i tre set, ci sono sprazzi di buon gioco ma anche fasi in cui non riusciamo a rialzarci”. 

Siete vicini alla pausa invernale: quale sarà il programma di queste “vacanze”? 

“La pausa natalizia è vicina, ma noi abbiamo già programmato con lo staff tecnico degli allenamenti per limare le nostre imperfezioni, che sono tante, e lavorare fisicamente in vista della seconda parte di una stagione che è certamente impegnativa”. 

Il prossimo impegno vi vedrà opposti a Massanzago, team che occupa il terzo posto nel girone: quale sarà il piano partita? 

“Sabato arriva una buona squadra al PalaCus: sicuramente hanno un livello di gioco molto simile a quello di Zanè, ma a mio avviso sarà comunque fondamentale cercare di vincere. Siamo penultimi e già da questo weekend è importante iniziare a macinare punti fondamentali per quello che è l’obiettivo finale, ovvero la salvezza”.