Volley – Vittoria del Blu Team sulle Villadies per 3-0

Serie B2 femminile Girone D2 – 2° Giornata (Recupero)

Blu Team – Villadies Farmaderbe 3 – 0 (25/21 – 25/21 – 25/23)

Blu Team Pavia di Udine: Sirch, Cozzo, Squizzato, Lazzarini, Bordon, Bini (K), Colonello, Bortot, Lo Monaco, Anzile, Morettin (L1), Tuniz (L2). Allenatore: Castegnaro Stefano 1°, Miani Simone 2°. Dirigente: Bearzi M.

VILLADIES FARMADERBE: Petejan (K), Nicola, Fregonese, Fabro, Campestrini, Pittioni, Battilana, Safronova, Donda, Pitacco, Tomasin, Sioni (L). Allenatori: Morsut Daniele 1°, Fiori Elisa 2°. Dirigente: Mian Alessandro.

Arbitri: Cacco Jacopo (Ponzano Veneto) e Davanzo Federica (Breda di Piave)

Durata set: 22’, 22’, 28’

Sfumano le ultime speranze per la Villadies Farmaderbe di raggiungere un posto utile per accedere ai Play-off Promozione. A mettere i bastoni tra le ruote ci ha pensato la capolista che ha chiuso così il girone D2 imbattuta e a punteggio pieno. Ne ha pagato le conseguenze la formazione di Villa Vicentina che si è vista interrompere la striscia positiva che durava da 3 gare e che avrebbe dovuto continuare per giocarsi il tutto per tutto in quello che sarebbe stato uno scontro diretto nell’ultimo recupero con Rizzi Volley.

Di certo non è mancata la voglia di provarci che ci hanno messo tutte le atlete scese in campo. Alla fine la differenza tra il totale di azioni finalizzate dalle due compagini è solo di 10 punti, in gran parte errori gratuiti che le Villadies hanno regalato in più a Blu Team. La chiave del meritato successo interno sta nella lucidità che le padrone di casa hanno dimostrato nei momenti topici del match: quando conta di più, non si sbaglia più nulla!

Per la Villadies Farmaderbe scendono in campo Petejan al palleggio e Safronova opposta, Fregonese e Donda centrali, Fabro e Tomasin in banda, Sioni libero. La Blu Team schiera Bini in regia e Bordon in diagonale, Squizzato e Anzile al centro, Cozzo e Colonnello in banda, Morettin libero.

L’inizio vede le due squadre guardinghe ed in fase di studio. Si procede punto a punto con azioni brevi e difese che devono ancora trovare le misure. Le ospiti riescono a condurre di misura fino al 7-8. La regista Petejan distribuisce le alzate tra tutti i suoi attaccanti e così anche Bini dall’altra parte della rete. Nelle fasi centrali Blu Team mantiene la sua prestazione costante mentre le Villadies hanno una leggera flessione in ricezione e qualche disattenzione di troppo in fase difensiva. Il gioco diventa troppo scontato per riuscire ad impensierire la correlazione muro-difesa della capolista che non permette alle attaccanti Vivil di concludere positivamente le azioni. Discorso diverso per le padrone di casa che mantengono alte le percentuali in ricezione, complice la battuta poco ficcante delle Villadies. La regista di Pavia può così sfruttare le proprie centrali e mettere a dura prova il muro avversario. Coach Morsut tenta di invertire la tendenza con l’ingresso di Battilana per Donda in prima linea (16-12) e di Campestrini per Petejan al servizio (16-13). Le mosse non danno i frutti sperati e quindi si passa ai time-out ravvicinati sul 18-14 e 21-14. Finalmente arriva la reazione Farmaderbe che piazza uno 0-5 che potrebbe riaprire il set, grazie a 2 mani-out di Safronova, un muro e una veloce di Fregonese, un attacco out di Cozzo (21-19). Ora tocca a coach Castegnaro riordinare le idee alle sue con un tempo e ci riesce alla perfezione perché, al rientro in campo, Blu Team non commette più alcun errore e chiude 25-21.

Le Villadies sanno che devono migliorare qualcosa per impensierire le avversarie e l’inizio del secondo set è più che positivo fino allo 0-4, con Fabro in evidenza in alcuni recuperi difensivi. Poi i soliti errori nei momenti meno opportuni cancellano in un attimo tutto (5-5). Il primo ace della serata per Tomasin e il primo muro di Petejan ridanno vigore alla fuga (5-8) che purtroppo dura poco. Due turni negativi di fila al servizio sono seguiti da 2 malintesi tra regista e centrali ed un ace di Colonnello. Blu Team passa a condurre 11-9. La panchina Farmaderbe chiama il primo time-out e sul 13-12 inserisce Pittioni per Tomasin. Le ospiti si rimettono in carreggiata e raggiungono più volte la parità per poi passare avanti (16-17 e 18-19). Nel finale l’esperienza di Cozzo si fa sentire nel campo Blu Team mentre tra le fila Villadies regna sovrana la tensione e la consapevolezza che in quei punti si gioca il futuro della stagione. La troppo smania di mettere giù la palla non è mai buona consigliera ed infatti un’invasione a muro e un pallonetto in rete regalano ben 3 set-ball a Bini e compagne. Ci pensa Colonnello in pipe a mettere subito il sigillo sul secondo parziale (25-21).

Se le speranze di play-off sono sfumate, resta la voglia di ben figurare al cospetto della prima della classe e quindi le Villadies rientrano in campo ancora cariche con confermata Pittioni per Tomasin e l’ingresso di Battilana per Fregonese. Le fasi iniziali sono caratterizzate da una leggera flessione di casa e le Villadies ne approfittano per portarsi sul 3-6. Due muri di Bordon e due errori in fase offensiva consentono il sorpasso Blu Team (8-7). Squizzato scalda il braccio in veloce e concilia la fuga delle sue (13-10). Nelle fasi centrali ci sono diversi avvicendamenti in casa Vivil: Tomasin per Fabro, Fregonese per Battilana in battuta e Campestrini per Petejan al palleggio. La regista classe 2001 impatta bene sul match con un ace (16-16). Le imprecisioni difensive e un paio di errori in attacco facilitano un pericoloso break avversario (21-18). Capitan Bini è decisa a chiudere subito il discorso e mette Squizzato e Cozzo nelle condizioni di finalizzare in scioltezza. La Farmaderbe non si dà per vinta nemmeno sul 24-20. Ci pensano Safronova dalla seconda linea, Campestrini a muro e la rientrante Fabro in attacco ad annullare 3 match-ball. Purtroppo un invasione a muro mette fine alla rimonta. Il 25-23 si traduce nel 3-0 finale.

Il tabellino Villadies vede Safronova con 14 punti (14 attacchi), Tomasin 7, Fregonese 6, Fabro 5, Donda e Petejan 4, Pittioni 3, Battilana e Campestrini 2.

Coach Morsut commenta così: “Onore al merito della capolista che ha disputato un’ottima gara. Dispiace per il risultato ma resta l’orgoglio per averci provato. A tratti siamo state bravissime giocando alla pari poi le abilità di Cozzo e compagne hanno avuto la meglio.”

Il tecnico Villadies Farmaderbe non aveva nascosto le insidie della sfida già alla vigilia: “Contro una squadra che punisce a caro prezzo ogni tua sbavatura, è facile perdersi d’animo ma le Villadies non hanno fatto passi indietro. Voglio fare i complimenti alle mie ragazze che hanno avuto il coraggio di provarci fino all’ultimo punto. Avremmo dovuto fare la gara perfetta e aspettarci qualche aiuto dalla Blu Team. Purtroppo le padrone di casa hanno messo il vestito della festa quindi brave loro. Ora vogliamo congedarci al meglio dal nostro pubblico virtuale dimostrando ancora una volta che, se non avessimo incontrato i noti problemi di salute, l’inizio del campionato sarebbe stato sicuramente diverso.”

Mercoledì 28 aprile appuntamento a Villa Vicentina alle ore 21 per la diretta facebook del recupero della 9° giornata contro Rizzi Volley.

Quest’ultima deve ringraziare Blu Team che, grazie al suo percorso netto e alla vittoria anche nella sua ultima gara della prima fase, ha dato la certezza matematica del passaggio della formazione udinese ai play-off promozione che, altrimenti si sarebbe giocato solo nell’ultimo recupero.

Infatti le posizioni di classifica del girone D2 restano invariate: Blu Team 30, CFV 15, Rizzi e New Virtus 13, Est Volley 9, Villadies 7.

Le prime quattro posizioni sono ora al sicuro. L’unico obbiettivo per la Farmaderbe è quello di metterci tutte le energie rimaste per raggiungere il quinto posto con una vittoria, anche al tie-break. (Elisa Fiori)